ULTIME NOTIZIE

29/Lug/2021

Il calciatore basco dell’Athetic de Bilbao ha subito con successo un intervento chirurgico all’anca sinistra presso l’Ospedale Universitari Dexeus Quirónsalud, a Barcellona.

L’operazione, eseguita dal Dott. Ribas e dal suo team, è stata eseguita con assoluta normalità e senza complicazioni.

Si fa eco alle notizie ufficiali del club, è possibile accedervi facendo clic qui.

 


29/Lug/2021

Il 23 maggio la Società Venezuelana di Chirurgia Ortopedica e Traumatologia (SVCOT) organizza un Congresso telematico internazionale, con l’assistenza di specialisti di entrambi i continenti.

La dott.ssa Ribas e Cardenas presentano i loro risultati e la loro esperienza nella diagnosi e nel trattamento dello shock femoro-acetabolare (noto nell’America centrale e meridionale come Impingement femoro-acetabolare).

Con oltre 2.000 interventi effettuati, l’Unità dell’anca è emersa come uno dei parametri di riferimento nel trattamento di questa patologia, la prima causa di dolore all’anca dell’atleta e la prima causa meccanica di artrosi in detta articolazione.

Oltre all’esposizione di casi di shock femoro-acetabolare, vengono presentati casi clinici di altre patologie dell’anca meccanica che devono essere differenziate. La più frequente confusione con lo shock femoro-acetabolare è la displasia dell’anca residua. Entrambe fanno sì che le lesioni condrolabali si evolvano liberamente, ma il trattamento della causa è completamente diverso: mentre lo shock femoro-acetabolare viene trattato con rimodellamento della sovrapposizione acetabolare e della gobba femorale, la displasia residua viene trattata reindirizzando l’acetabolo per fornire una copertura fisiologica . Ciò si ottiene attraverso l’osteotomia periacetabolare, una tecnica di cui questa unità è un centro di riferimento in Europa per la sua tecnica mini-invasiva.


29/Lug/2021

Con un pubblico telematico mondiale di oltre 500 specialisti medici nell’artroscopia dell’anca, il dott. Cárdenas pone l’accento sul trattamento chirurgico dei conflitti spaziali attorno all’anca, anch’esso trattabile con l’artroscopia.

Oggi il dott. Cárdenas è considerato uno dei maggiori specialisti del mondo nel settore.


29/Lug/2021

L’Associazione Stampa del quotidiano La Razón, una delle più grandi in circolazione in Spagna, ha assegnato il capo dell’unità Hip dell’ospedale universitario Dexeus nella sezione di traumatologia dell’anca tra i candidati provenienti da diverse parti della Spagna.

Nel suo discorso Ribas ha ringraziato i membri del suo team e il servizio di ortopedia e traumatologia di Icatme. Il Dr. Charlemagne Cardenas membro dell’Unità, il Dr. Eugenio Jimeno, direttore medico di Icatme e il Dr. David Campos membro di Icatme hanno accompagnato Ribas all’evento, tenutosi presso il prestigioso Westin Palace di Madrid.

Questo riconoscimento coincide con il terzo anno consecutivo in cui Icatme è al primo posto come miglior servizio di chirurgia e traumatologia ortopedica in Spagna secondo l’IEH (Hospital Excellence Index, preparato attraverso un voto dei medici spagnoli dei diversi ospedali nel paese).

Troverai le notizie del premio facendo clic qui.


29/Lug/2021

Il 16, 17, 18 e 19 ottobre, quasi tutti i membri dell’Unità dell’anca hanno partecipato a questo evento del Congresso ISHA, l’unico al mondo nella chirurgia di conservazione dell’anca (una specialità che tratta le lesioni per ridurre il dolore e migliorare la funzionalità dell’anca).

In questa edizione, a cui partecipano medici, chirurghi dell’anca, specialisti in riabilitazione e medicina dello sport, sono state discusse le conoscenze e le tecniche più aggiornate nel campo dell’artroscopia, delle osteotomie nei giovani adulti, del trattamento delle lesioni di cartilagine e labbro acetabolare, recupero funzionale accelerato e specifico, trapianti di labbro.

Importante è stato il contributo dell’Unità con i temi:

  1. Nuovi progressi nell’artroscopia dell’anca – Dr. Carlomagno Cardenas
  2. Osteotomia periacetabolare negli sport displasici – Dr. Manel Ribas
  3. Tecnica mini-invasiva per il trattamento delle rotture dei tendini glutei (una delle patologie più frequenti e spesso confusa con “trocanterite-borsite trocanterica”). In questa conferenza, i risultati ottenuti dall’Unità dell’anca sono stati presentati per più degli ultimi 10 anni. – Dott. Manel Ribas
  4. Osteotomie periacetabolari mini-invasive – Dr. Carlomagno Cardenas
  5. Valore del monitoraggio neurofisiologico degli arti inferiori nell’osteotomia periacetabolare mini-invasiva come metodo di scelta – Dr. Estela Lladó.
  6. Tecnica mini-invasiva per shock femoroacetabolare assistito da artroscopia con le sue indicazioni aggiornate in grandi lesioni condrolabral, trapianto di labbro, grandi gibbs femorali, tenaglie globali, cisti femorali (grandi cisti che richiedono un innesto osseo), sequele di traumi cerebrali rigidi con rigidità -ankilosi causata da calcificazioni eterotopiche, chirurgia di revisione dello shock femoro-acetabolare.

Da qui, vogliamo inviare le nostre più sincere congratulazioni dai dottor Oliver Marín e Luís Perez-Carro, infaticabili organizzatori di questo evento, che hanno permesso a Madrid di ospitare con successo un concorso di questo calibro.

La prossima edizione si terrà nel 2020 e si terrà a Ottawa.


D7LTYwtWwAAzUPa.jpg
29/Lug/2021

La settima edizione del congresso congiunto tra AEA (Spanish Arthroscopy Association) e SEROD (Spanish Knee Society) si è svolta il 22, 23 e 24 maggio presso il Centro Esposizioni della città di Santander.

Il dott. Cardenas, in qualità di unico rappresentante dell’Unità Hip, ha partecipato al documento: “Patogenesi e diagnosi clinica dello spazio peritrocanterico”, in cui abbiamo parlato della cosiddetta “borsite dell’anca o trocanterite”.

 

 

 


D6iBZ-gWwAMOJ0p-1200x867.jpg
29/Lug/2021

Ieri, il 13 maggio è stata una giornata molto intensa, 9 interventi chirurgici alla moda in cui visitatori dal Messico, Portogallo, Romania, Spagna (Madrid) e Giappone, hanno accompagnato il dott. Cardenas, capo dell’unità didattica dell’ICATME, nei suoi interventi di chirurgia protesica e chirurgia conservativa.

L’Unità Hip riceve circa 5o visitatori annuali che chiedono di partecipare agli interventi dei membri del nostro team. Ancora una volta, l’Hip Unit si rivela un punto di riferimento nel settore.


2019-03-01Dr-Cardenas-Superpath-1200x804.png
29/Lug/2021

Drs Dimitri Kanellopoulos e Vadim Benkovich, dalla Grecia e Israele frequentano l’Unità di Hip Dexeus Istituto universitario, per formare con il dottor Carlomagno Cardenas (istruttore specializzato, capo insegnamento ICATME) nell’arte mini-invasiva “Superpath” di impianto di protesi d’anca.

Questa tecnica, che non richiede alcun deinsertion muscolare e il componente acetabolare viene impiantato attraverso un portale accessorio fornisce meno sanguinamento e rapido ritorno alle normali attività.

studi comparativi con altri approcci realizzati in Nord America e in Australia mostrano grandi differenze sia sanguinamento intra e post-operatoria, come degenza ospedaliera, il consumo di analgesici e la ripresa delle attività quotidiane.

La tecnica Superpath: Total Hip supracapsular Assisted Portal è una tecnica per impiantare una protesi d’anca, senza necessità di sezionare i tendini o di dislocare l’anca una protesi dell’anca, anche conserva intatta innervazione e vascolarizzazione hip

Questo è l’intervallo attraverso il quale si avvicina l’anca senza interessare muscoli o tendini sia della parte anteriore che posteriore. Quelli sopra citati devono solo essere delicatamente e delicatamente separati senza tagliarli


2019-02-01-Scott-Redding.jpg
29/Lug/2021

Il motociclista britannico è stato operato con successo per la sua frattura del femore dal dottor Cárdenas coadiuvato dai dottori Astarita e Chacón.

Il pilota riconosciuto e già veterano, che giocherà questa stagione il Campionato del Mondo Superbike, ha sofferto una caduta lo scorso mercoledì, ed è stato trasferito oggi all’ospedale universitario Dexeus per essere operato sulla sua frattura del femore con ferita aperta.

Allo stesso modo, la squadra del dott. Xavier Mir, con il dott. Mendes, ha dovuto procedere con la riparazione chirurgica del gomito.

Come è noto, l’Ospedale Universitario Dexeus, Icatme, Quirón Salud Group è il centro di riferimento per le cure ospedaliere per i piloti.

 

 


2018-06-14-Sergio-Garcia-Moto3-1.jpg
29/Lug/2021

Il giovane motociclista Sergio Garcia vince la sua prima gara dopo essere stato operato dal dott. Carlomagno Cardenas. Il pilota di Castellón ha subito una caduta ed è stato investito da un altro motociclista durante il campionato Moto3 Junior svoltosi al circuito Ricardo Tormo alla fine dello scorso aprile.

Sergio Garcia aveva solo bisogno di due falene dopo l’operazione per vincere la quarta edizione della FIM CEV Repsol che si è svolta lo scorso 11 giugno a Barcellona.

Il dott. Carlomagno Cardenas, esperto in fratture, è anche professore presso l’AO International, una fondazione in tutto il mondo dedicata alla ricerca, all’insegnamento e alla formazione dei chirurghi ortopedici.


2018-05-28-Cardenas-Astarita-AEA-SEROD.jpg
29/Lug/2021

Brillante partecipazione di Drs. Cardenas e Astarita nella VI Edizione del Joint Congress dell’Associazione spagnola di artroscopia (AEA) e SEROD a Saragozza.

Il dottor Cardenas ha tenuto diverse conferenze come esperto in questo congresso nazionale, come quello intitolato “Come evitare l’instabilità post-chirurgica? Trucchi chirurgici” in cui il Dr. Cardenas ha posto un’enfasi speciale su diverse risorse tecniche. Il dottor Cardenas è uno degli artroscopisti più riconosciuti in tutto il continente, oltre a un professore a Lis, negli Stati Uniti.

Dr. Astarita ha partecipato al corso di trattamento artroscopico delle lesioni articolari dell’anca del giovane.


2018-05-09_SCCT-Reus-1200x900.jpg
29/Lug/2021

La scorsa settimana il congresso SCCOT si è tenuto a Reus, dove l’Unità Hip ha partecipato attivamente:

1 Presentazione tavola rotonda:

-Chirurgia conservativa nelle displasie di basso grado; fatto da il Dr Carlomagno Cardenas.

 3 Comunicazioni:

– CO-7- Retorn a l’Esport i tolerància a l’activitat post-osteotomia periacetabular (OPA); fatto da Drs: Dra Marta Comas Aguilar, Dr Luís Ramírez, Dr Manel Ribas, Dr Carlomagno Cardenas, Dr Vittorio Bellotti i Dr Emanuele Astarita.

– CO-8- Osteotomia periacetabular al tractament de la displàsia de maluc mitjançant tècnica mini-invasiva, els nostres resultats a mig-llarg plaç; fatto da Drs: Dra Marta Comas, Dr Luís Ramírez, Dr Manel Ribas, Dr Carlomagno Cardenas, Dr Vittorio Bellotti i Dr Emanuele Astarita.

– CO-32- Tractament de la pseudoartrosi d’escafoides mitjançant placa volar: resultats als 3 anys de seguiment; fatto da Drs: Dr David Campillo, Dr Ignacio Esteban, Dr Sergi Barrera, Dr Alex Lluch, Dra Marta Comas i Dr Xavier Mir.

2 Comunicazioni che optano per il premio:

MO-4- Pot reduir-se la taxa de contaminació de l’injert autòleg de cresta ilíaca després de l’extracció i manipulació per a un procediment TLIF. Fatto da: Dr Sergi Alabau, Dra Gemma Vilà, Dr Daniel Pérez, Dr Francesc Ciccolo, Dra Maite Ubierna i Dr Enric Cáceres.

MO-1- Nou penjoll periòstic vascularitzat del primer metacarpià al tractament de la pseudoartrosi d’escafoides: estudi anatòmic i sèrie de clínica; fatto da: Dr Sergi Barrera, Dr David Campillo, Dr Xavier Mir, Dr Gerardo Méndez, Dr Jorge Knorr i Dr Francisco Soldado.

1 Poster che opta per il premio:

MP-1- Estudi anatòmic de la vascularització del primer metacarpià de l’avantbraç: disseny de penjolls vascularitzats periòstics; fatto da. Dr Sergi Barrera, Dr Jorge Knorr, Dr David Campillo, Dr Xavier Mir, Dr Alfonso Rodríguez i Dr Francisco Soldado.

Da qui vogliamo congratularci con l’Unità di Mano per il premio per il miglior poster! Le nostre più sincere congratulazioni!

Vogliamo anche congratularci con i residenti per la forma e la qualità delle presentazioni.

Come tutor-responsabile dell’educazione, voglio cogliere l’occasione per incoraggiare le unità che non hanno inviato comunicazioni a farlo per il prossimo congresso!

Un abbraccio,

Dr Carlomagno Cardenas


Copyright by BoldThemes 2018. All rights reserved.