ULTIME NOTIZIE

2018-11-30_Taula-Rodona-Sitges-1200x900.png
18/Dic/2018

Il 30 novembre, nella Sala Agora di Sitges, si è tenuta la XXIII Tavola Rotonda sulla prevenzione e il trattamento delle lesioni degli atleti. Come ogni anno, gli argomenti sono stati radiosi oggi: “Miti e verità sull’alimentazione sportiva”, “Trattamento della displasia residua nell’atleta” o “Encefalopatia post-traumatica cronica”.

Il Dott. Manel Ribas, davanti a un vasto pubblico pieno di personalità della medicina e del mondo dello sport, ha dichiarato: “La displasia residua non è esclusiva di un sequel evolutivo dei neonati, diagnosticato e trattato per la dislocazione dell’anca congenita. L’impatto sull’adolescente può produrre una precoce chiusura (nella sua fase di maturazione) della cartilagine di crescita del triradiato acetabolare. Di conseguenza, c’è una mancanza di copertura acetabolare della testa del femore “.

Dopo la comparsa dell’osteotomia periacetabolare (1988), diversi autori negli europei e negli americani hanno mostrato un eccellente tasso di ritorno allo sport, sia in modalità di medio o alto impatto.


DSC01493-1200x821.jpg
18/Dic/2018

Cari pazienti,

Prima della notizia che alcuni media si sono diffusi, dobbiamo informare i nostri pazienti che nessuna protesi di protesi d’anca, di quelle che sono state e che vengono impiantate nel nostro ospedale universitario, sono soggette a ritiro o allerta per l’Agenzia spagnola e agenzie internazionali di monitoraggio e controllo.

Desideriamo sottolineare che tutti questi impianti sono approvati e conformi alle normative europee.
Speriamo di trasmettervi in questo modo un messaggio di totale tranquillità.

Dr Manuel Ribas

Unidad de Cadera
Fundación Icatme
Hospital Universitari Quirón-Dexeus
Barcelona, España


B050A446-565E-4C86-A3F7-F66B76BD72ED-copy.png
18/Dic/2018

Il Dr Ribas ha partecipato al VII Estonian Orthopedic Congress, che si è svolto il 14, 15 e 16 novembre nella città di Viljandi.

Dopo aver terminato il congresso, lo stesso dottor Ribas ha detto :. “E ‘stato un onore partecipare con illustri docenti di tutta Europa (G. Macheras, N. regina, C. K. Lohmann o Holen) Des qui voglio ringraziare La professoressa Katre Masaalu, attuale presidente dell’Associazione estone di traumatologia e ortopedia (ETOS), e il professor A. Mäarson per il loro amore, entusiasmo e grande senso dell’organizzazione. Nessuna meraviglia che l’Estonia sia diventata il Paese 2.0 per eccellenza. Da qui ti auguro, come un giorno, mi ha detto il professor Miguel Cabanela, non interrompere mai il tuo entusiasmo! “.

Oltre alle affettuose parole del dottor Ribas, vogliamo registrare alcune delle conferenze che sono state date a questo congresso.

Ad esempio, il professor Nicolás Reina (HU Toulouse) ha presentato una presentazione molto brillante sui fondamenti della ricostruzione ossea nel trattamento della necrosi avascolare della testa del femore. Seguirà indubbiamente le orme di Ficat, Puget e Chirón.

Vogliamo anche evidenziare le parole del professor Lohman (HU Magdeburgo) che ha detto. “Non usare l’aspirazione locale anestetico ago del liquido sinoviale nel fianco, perché il suo effetto è battericida e può influenzare la rilevazione di batteri sembra che ci deve des tempo passato, che il dottor Ribas è stato il professor Klaus Steinbrink collega alla Hamburg Endoklinil “che ancora insistono su qualcosa che la scienza e ci aveva insegnato più di 20 anni fa.” – Dr Ribas.

Per molti anni abbiamo messo nomi diversi (Athletic Pubalgia, Sports Hernia, …) allo stesso concetto. Dopo lo storico incontro a Doha (accordo di Doha, BJSM-2015), siamo tutti d’accordo di chiamare semplicemente come “Inguine Pain”, tradotto “dolore inguinale”, che añadirmos “correlate a …” e la sua classificazione tre gruppi di base: anello pubico, anca e altri.

Per capire il dolore all’anca, è fondamentale per lavorare Brian Kelly della Scuola di Hospital for Special Surgery di New York, e correlare sapere: “Il concetto dei 4 strati o livelli” ( “The Layers Concept”).


European-Hip-Society-Meeting-Haya-1200x773.png
18/Dic/2018

Dr. Ribas presenta i suoi risultati con l’impianto di mini-invasivi mini-posteriore e supracapsular assistiti dal portale (superpath) con breve steli e coppia di attrito ceramica-ceramica Congresso celebrato Hip europea Society Meeting in città d’arte di L’aia questo settembre.

Il capo dell’Unità di Hip ha presentato il mini-invasiva osteotomia tecnica periacetabolare per il trattamento della displasia dell’anca e si traduce in atleta dopo oltre 15 anni di esperienza accumulata. Dal 2006, nel suo approccio mini-invasivo, ha descritto e imparato dal suo creatore, il professor Kjeld Söballe.

La maggior parte dei pazienti trattati con questa tecnica (95%) riprende la propria attività sportiva, sia ad alto o medio impatto (punteggio UCLA da 8 a 10), con un migliore profilo clinico e funzionale.

Dal 48% al 60% delle chiamate “borsite trocanterica, trocanteri, – (anche oggi nota come sindrome del dolore grande trocantere – GTPS) – contiene, in fasi diverse, lesioni o rottura del tendine del gluteo medio e / o minore che richiederà il trattamento. Il rischio di non farlo è la degenerazione grassa stessa (fibre muscolari diventano tessuto adiposo noncontractile) di questi muscoli, fondamentali nel sostenere il corpo attraverso le estremità inferiori nelle attività della vita quotidiana.

Dr. Ribas, nel 2007, ha sviluppato una tecnica riparativa per i casi di rottura con risultati molto buoni e che sono stati presentati con precisione a questo congresso. Questa tecnica è stata eseguita da diversi membri dell’unità per anni e anche in caso di rottura parziale, il dottor Cárdenas e il dott. Astarita lo riparano utilizzando una tecnica artroscopica.


2018-09-Chile-1200x865.png
18/Dic/2018

Il Dr. Ribas partecipa al Congresso cileno della chirurgia per la conservazione dell’anca CIPCA 2018 che si è tenuto questo settembre presso l’Ospedale Eloísa Díaz a Santiago del Cile. Il capo dell’Unità Hip ha condiviso, con il pubblico frequentante, la sua esperienza nel trattamento della displasia residua dell’adulto giovane e giovane, e lo shock femoroacetabolare, quest’ultimo attraverso il noto nel mondo tedesco-anglosassone da AAMOT (Arrtroscopico Assisted Mini-Open Technique) e creato dallo stesso Dr Ribas nel 2003.

Da allora, più di 1000 pazienti sono stati trattati con questa tecnica, che è conosciuta e utilizzata in tutto il mondo. Uno dei suoi maggiori esponenti è il prof. Javad Parvizi dell’ospedale Rothmann di Filadelfia, o il prof. Ezechieli di Hannover-Paderborn.


Congresso-Nazionale-AISOT.jpg
18/Dic/2018

Il dott. Ribas ha fatto parte del “V Congresso Nazionale AISOT” che si è tenuto lo scorso 22-23 giugno nella città italiana di Napoli.

Il trattamento mini-invasivo della displasia dell’anca dei giovani adulti acquisisce grande interesse. Il Dr. Ribas ha partecipato al trattamento dell’osteotomia periacetabolare e della sua tecnica mini-invasiva. Questa tecnica acquisisce giorno dopo giorno maggiore accettazione in tutta Europa e fornisce un rapido recupero con una minima perdita di sangue.

Possiamo vedere un riassunto del congresso cliccando qui.


Dr-Ramírez-Núñez.jpg
18/Dic/2018

Il Dr. Ramirez-Nunez della Unità dell’anca presenta il suo lavoro “Ritorno allo sport e tolleranza per postare attività di osteotomia periacetabolare” al 20 ° Congresso della Società Spagnola di Chirurgia dell’anca in formato di comunicazione orale, tenutosi a Sitges l’ultima volta 20 giugno.

Così come al 19 ° Congresso EFORT (Federazione europea delle associazioni nazionali di ortopedia e traumatologia) che si è tenuto a Barcellona alla fine di maggio.


2018-06-14-Sergio-Garcia-Moto3-1.jpg
18/Dic/2018

Il giovane motociclista Sergio Garcia vince la sua prima gara dopo essere stato operato dal dott. Carlomagno Cardenas. Il pilota di Castellón ha subito una caduta ed è stato investito da un altro motociclista durante il campionato Moto3 Junior svoltosi al circuito Ricardo Tormo alla fine dello scorso aprile.

Sergio Garcia aveva solo bisogno di due falene dopo l’operazione per vincere la quarta edizione della FIM CEV Repsol che si è svolta lo scorso 11 giugno a Barcellona.

Il dott. Carlomagno Cardenas, esperto in fratture, è anche professore presso l’AO International, una fondazione in tutto il mondo dedicata alla ricerca, all’insegnamento e alla formazione dei chirurghi ortopedici.


2018-05-28-Cardenas-Astarita-AEA-SEROD.jpg
18/Dic/2018

Brillante partecipazione di Drs. Cardenas e Astarita nella VI Edizione del Joint Congress dell’Associazione spagnola di artroscopia (AEA) e SEROD a Saragozza.

Il dottor Cardenas ha tenuto diverse conferenze come esperto in questo congresso nazionale, come quello intitolato “Come evitare l’instabilità post-chirurgica? Trucchi chirurgici” in cui il Dr. Cardenas ha posto un’enfasi speciale su diverse risorse tecniche. Il dottor Cardenas è uno degli artroscopisti più riconosciuti in tutto il continente, oltre a un professore a Lis, negli Stati Uniti.

Dr. Astarita ha partecipato al corso di trattamento artroscopico delle lesioni articolari dell’anca del giovane.


2018-05-09_SCCT-Reus-1200x900.jpg
18/Dic/2018

La scorsa settimana il congresso SCCOT si è tenuto a Reus, dove l’Unità Hip ha partecipato attivamente:

1 Presentazione tavola rotonda:

-Chirurgia conservativa nelle displasie di basso grado; fatto da il Dr Carlomagno Cardenas.

 3 Comunicazioni:

– CO-7- Retorn a l’Esport i tolerància a l’activitat post-osteotomia periacetabular (OPA); fatto da Drs: Dra Marta Comas Aguilar, Dr Luís Ramírez, Dr Manel Ribas, Dr Carlomagno Cardenas, Dr Vittorio Bellotti i Dr Emanuele Astarita.

– CO-8- Osteotomia periacetabular al tractament de la displàsia de maluc mitjançant tècnica mini-invasiva, els nostres resultats a mig-llarg plaç; fatto da Drs: Dra Marta Comas, Dr Luís Ramírez, Dr Manel Ribas, Dr Carlomagno Cardenas, Dr Vittorio Bellotti i Dr Emanuele Astarita.

– CO-32- Tractament de la pseudoartrosi d’escafoides mitjançant placa volar: resultats als 3 anys de seguiment; fatto da Drs: Dr David Campillo, Dr Ignacio Esteban, Dr Sergi Barrera, Dr Alex Lluch, Dra Marta Comas i Dr Xavier Mir.

2 Comunicazioni che optano per il premio:

MO-4- Pot reduir-se la taxa de contaminació de l’injert autòleg de cresta ilíaca després de l’extracció i manipulació per a un procediment TLIF. Fatto da: Dr Sergi Alabau, Dra Gemma Vilà, Dr Daniel Pérez, Dr Francesc Ciccolo, Dra Maite Ubierna i Dr Enric Cáceres.

MO-1- Nou penjoll periòstic vascularitzat del primer metacarpià al tractament de la pseudoartrosi d’escafoides: estudi anatòmic i sèrie de clínica; fatto da: Dr Sergi Barrera, Dr David Campillo, Dr Xavier Mir, Dr Gerardo Méndez, Dr Jorge Knorr i Dr Francisco Soldado.

1 Poster che opta per il premio:

MP-1- Estudi anatòmic de la vascularització del primer metacarpià de l’avantbraç: disseny de penjolls vascularitzats periòstics; fatto da. Dr Sergi Barrera, Dr Jorge Knorr, Dr David Campillo, Dr Xavier Mir, Dr Alfonso Rodríguez i Dr Francisco Soldado.

Da qui vogliamo congratularci con l’Unità di Mano per il premio per il miglior poster! Le nostre più sincere congratulazioni!

Vogliamo anche congratularci con i residenti per la forma e la qualità delle presentazioni.

Come tutor-responsabile dell’educazione, voglio cogliere l’occasione per incoraggiare le unità che non hanno inviato comunicazioni a farlo per il prossimo congresso!

Un abbraccio,

Dr Carlomagno Cardenas


HOSPITAL-UNIV-DEXEUS_HORIZONTAL_POSITIVO-COLOR_CMYK

Copyright by BoldThemes 2018. All rights reserved.